Cronaca

Il Tribunale dorico ha inflitto a Sebastiano Dimasi la pena di 16 anni di reclusione per l'omicidio di Alessandro Vitaletti

Ancona - Uccise il rivale in amore, condannato


11 gennaio 2018 16:57

Dovrà scontare 16 anni di carcere Sebastiano Dimasi. La sentenza è stata pronunciata dal Tribunale dorico nella tarda mattinata. ll muratore calabrese, è stato giudicato colpevole del delitto del rivale in amore, Alessandro Vitaletti, 48 anni, ucciso con 24 coltellate. Respinta dal gup l'aggravante della premeditazione che era stata richiesta dal pm. L'udienza preliminare si era tenuta lo scorso 9 novembre. L'mputato aveva chiesto ed ottenuto il rito abbreviato. Il pubblico ministero nel corso del procedimento speciale aveva chiesto una condanna a 30 anni.I fatti risalgono al 28 gennaio del 2017. Il muratore assalì il suo rivale in amore colpendolo con 24 fendenti scagliati con un coltello professionale. L'arma del delitto però non è mai stata ritrovata. Un testimone raccontò di aver visto Vitaletti avvicinarsi per primo a Dimasi quel 28 gennaio, alla pompa di benzina. L'uomo si fermò a fare rifornimento e a parlare con Dimasi. Nel corso della conversazione accorse Vitaletti. Poi la lite e le coltellate. Dimasi ha sempre sostenuto sin dal momento del fermo che fu lui a difendersi dall’aggressione di Vitaletti e che quel giorno davanti al Bar dello Sport si sarebbe trattato al massimo di un eccesso di legittima difesa. Dimasi ha assistito alla lettura della sentenza. Nessuna particolare reazione prima di essere condotto in carcere. Entro 90 giorni saranno depositate le motivazioni, ma la difesa non si è pronunciata in merito ad un eventuale atto di appello.


TAGS: vera tv , Dimasi , Vitaletti , sassoferrato , ancona , tribunale , sentenza
 
 

di Redazione, Fonte: redazione

Letta 123 volte
Commenti alla notizia
Non sono ancora presenti commenti. Vuoi essere il primo a scriverne uno ?
Per inserire un commento devi effettuare il login. Se non sei registrato, effettua prima la registrazione

Inserisci le credenziali di accesso

 
 

Non sei registrato? Clicca qui
Hai dimenticato la password ?